Nutrizione

lI Gatto Norvegese delle Foreste è abituato sostanzialmente a mangiare di tutto quindi fate attenzione: potreste sorprendere il vostro micione ad immergersi nell’albume che avete posto nella padella, oppure ad approfittare di un panino lasciato sulla tavola,o di una crostata in bella mostra! Nello specifico tuttavia vi sono alcuni parametri da conoscere e alcuni consigli da tener presente.

Una femmina di gatto norvegese delle foreste pesa mediamente 12 libbre (all’incirca 5,5 kg) e ha un fabbisogno nutritivo coperto con  di 70 grammi di cibo secco su base giornaliera, ovvero significa 300 kcal / die.

I maschi pesano 12-20 libbre (dai 5,5 ai 9,0 kg) e hanno bisogno di 70-120 grammi di cibo secco al giorno, cioè 300-500 kcal / die.  Ovviamente il peso del gatto è in diretta funzione del suo stile di vita.

Una dieta equilibrata e ricca di vitamine, nutrizione minerali, le proteine e le fibre aiuta a prevenire la maggior parte dei problemi di salute a cui il gatto potrebbe andare incontro.

In quanto a dieta, quella del Gatto Norvegese delle Foreste è simile a quella specificata per i Maine Coon , in quanto queste razze hanno molto in comune. Questi pasti contengono livelli adeguati di magnesio, sodio, potassio, arginina, EPA e DHA, taurina, L-carnitina e antiossidanti ( come vitamina E e vitamina C, thè verde e polifenoli dell’uva) che rafforzano le fibre del cuore, favorendo il corretto funzionamento a lungo periodo dell’organo.

Se si preferisce offrire al gatto un’alimentazione casalinga bisogna evitare di utilizzare gli avanzi della tavola ed accettare di cucinare appositamente del pesce , del pollo o del tacchino, al vapore o in padella, senza alcun tipo di condimento.

Per evitare intolleranze alimentari è preferibile cucinare la carne bianca. Si può dare anche l’uovo o il tonno al naturale in scatola.

Generalmente si consiglia l’alimento secco perché più indicato nella riduzione ai rischi di obesità, ma soprattutto perché aiuta nella pulizia dei denti e gengive. I gatti hanno spesso problemi di alitosi o di placca, quindi con la masticazione delle crocchette si può avere una corretta igiene del cavo orale.